Materiale occorrente: 36 strisce di carta (Lunghe 50 cm e larghe più di 50 mm.)

La carta è l'elemento base. Si procede inizialmente a realizzare almeno 36 strisce di carta lunghe 50 cm. circa e larghe più di 50 mm. La lunghezza delle strisce di carta dipende dall'altezza del cestino che si vuole realizzare. La larghezza delle strisce invece determina la consistenza del cestino.

Materiale e strumenti di lavoro: Colla vinilica forbici, spiedino di legno, mollette di plastica.

La colla vinilica, usata in piccole quantità è indispensabile per determinare gli elementi base da lavorare.  Lo spiedino di legno  è fondamentale per determinare la forma  degli elementi di base.  Le forbici avranno diversi compiti, il primo l'abbiamo già introdotto, sarà quello di tagliare la carta per ottenere le strisce a misura.

L'elemento base: Come si realizza la cannula di carta.

Si appoggia la striscia di carta su una superficie piana e liscia. Si pone lo spiedino sul lato destro della striscia, a circa 15 gradi di inclinazione. Si procede arrotolando la carta introno allo spiedino, avendo cura di farla aderire bene. Man mano che la carta viene arrotolata è necessario far scorrere in alto lo spiedino. Il procedimento si ripete fino ad ottenere una piccola linguetta di carta, alla fine della cannula, che va incollata. L'obbiettivo è quello di realizzare una cannula di carta dello spessore di 2/3 millimetri.

Almeno 36 cannule

... di cui almeno 20 della stessa lunghezza e consistenza altre 16 che non è necessario siano siano identiche tra loro. 

Realizzazione della base: doppio intreccio trama e ordito prima fase

Per realizzare la base del cestino è necessario preparare la metà delle cannule uguali affiancate, appoggiare sopra lo spiedino in senso perpendicolare rispetto alle cannule. Lo spiedino serve a tenere il gruppo di cannule fermo.

Realizzazione della base: doppio intreccio trama e ordito

Si procede sollevando in maniera alternata due cannule alla volta. Si applica una piccola quantità di colla. Si aggiungono due cannule. Si abbassano le cannule sollevate. Si alzano poi le cannule rimaste abbassate precedentemente. Attenzione si deve tener cura di effettuare tale operazione ponendo ogni volta le due cannule di ordito perpendicolari e al centro rispetto alle cannule di trama. 

La base è pronta

La base del cestino si realizza mediante l'utilizzo di tutte le cannule determinate. Si realizza una trama come quella in foto.

Dimensione del cestino: come si determina.

La misura e la forma del cestino dipendono  dalla grandezza della base e dal numero di cannule utilizzate. ad esempio per realizzare una struttura circolare sono necessarie dalle 6 + 6 alle 12 + 12 cannule (trama + ordito). Finita la fase della trama, per dare consistenza alla prima struttura si procede con l'intreccio di una cannula intorno alla struttura, avendo cura di alternare il sollevamento di due cannule alla volta. Questo procedimento oltre a determinare il corretto distanziamento tra le cannule permette di ottenere, mediante più o meno giri intorno alla struttura, una base delle dimensioni volute. Attenzione fare attenzione a non lasciare spazi tra le cannule della trama di base e quelle che utilizzerete per girare intorno.

Dalla base all'altezza

Per determinare il cestino in altezza, è necessario dopo aver realizzato l'ultimo giro della base, iniziare a piegare verso l'alto due cannule alla volta alternando il passaggio della cannula di ordito. Questa fase è la piu delicata. Man mano che la cannula di ordito scorre intorno al cestino, ci si deve aiutare con le mollette di plasica in modo che la struttura sia stabile e le cannule non si allentino.

Come dare continuità alla cannula di ordito.

Il nostro cestino di carta prevede che la cannula di ordito non sia ma spezzata. Per ottenere continuità è necessario infilare alla fine di ogni cannula la successiva, utilizzando una piccola quantità di colla vinilica per renderle solidali. La colla vinilica asciuga in tempi abbastanza rapidi. Si consiglia di attendere almeno un minuto prima di continuare con la cannula aggiunta.

Altezza e forma del cestino

L'altezza del cestino dipende da quanti giri di ordito si realizzano. La forma del cestino dipende dalla pressione della cannula di ordito che esercita sulle cannule di trama. Per realizzare un porta penne che ha una forma lineare, bisogna avere cura che le cannule di ordito siano tutte "pressate" nella stessa misura. Per realizzare un vaso di fiori è necessario che le cannule di ordito siano man mano più strette (quindi pressate) intorno alle cannule di trama. L'opposto se si intende realizzare un cestino "svuota tasche" oppure "porta noci", perché dovrà avere un bordo più basso e accogliente.

Chiusura delle cannule di ordito

La chiusura delle cannule di ordito consente di ottenere il cestino di carta finito. Si torna ad utilizzare lo spiedino di legno per allargare le cannule di trama. Si procede con le cannule di ordito, che due alla volta, vanno piegate alternativamente fuori del cesto ed infilate nelle cannule di trama allargate. Finite le cannule di ordito piegate all'esterno, si procede con quelle piegate all'interno. Questa fase è molto delicata. Si deve avere cura di schiacciare meno possibile le cannule.

Il cestino è pronto

E' possibile aggiungere elementi decorativi che possono rappresentare una ricorrenza particolare, oppure il Natale, il Nuovo Anno, oppure realizzare un cestino PORTA FORTUNA mediante l'utilizzo di speciali coccinelle. 

Please reload

OPEN SOURCE

  • Open source significa che, chiedendo in prestito un concetto dall'informatica che oggi va di moda, in questa sezione vengono fornite tutte le spiegazioni che "passo passo" illustrano come si realizzano i cestini di carta, secondo un metodo sperimentato. Quello che viene proposto è uno dei tanti metodi che possono essere concepiti.

 

  • Probabilmente uno dei più semplici. L'esperienza ci porta a sottolineare che comunque il procedimento non è "facilissimo" e che risultati ottimali si possono ottenere solo dopo alcuni tentativi più o meno riusciti. Dipende dalla vostra capacità manuale. Open source significa pure che il metodo proposto può essere migliorato, e che queste migliorie possono essere, come il "codice" iniziale a cui si è attinto, messe a disposizione.  Per questo e per ulteriori informazioni utilizzare la FAQ o i Contatti.

  • Requisiti fondamentali che non vengono indicati nelle istruzioni sono: pazienza e tenacia. Se queste caratteristiche non appartengono alla vostra indole,  il consiglio utile per ottenere soddisfazione ... è quello di passare direttamente allo shop ... magari con l'esempio in mano tutto diventa più semplice.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now