PAROLE CHIAVE PER CERCARE: 

POSTS RECENTI: 

LINK SOCIALI:

  • Facebook Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

IL SINDACO DI TUTTI


le ferite di una città ...

Cercavo dei versi per fotografare Matelica e cogliere i sentimenti che ancora ci legano alla nostra Città. Sentimenti che nel tempo sono mutati, qualcuno dice affievoliti. La memoria ci viene incontro per "rivivere" quello che il tempo man mano fa svanire dai nostri ricordi.

Questa poesia è dedicata alla mia città e ai miei concittadini ... ma anche al nostro nuovo Sindaco

che avrà tempo e modo di confrontarsi con la nostra realtà ... magari partendo da questa poesia

eppoi tornare insieme a confrontarci dopo 5 anni ... per capire dove siamo arrivati.

Materilicum

Ti sento la sera, altro tempo non ho m'accorgo delle Tue ferite delle cure che vorresti di quelle che il tempo e gli eventi lasciano in terra sulle pareti sui muretti della case sono le stesse che hanno lacerato i nostri cuori per queste il sole ci ha trovato impreparati ma Tu sei ancora accogliente ancora ci permetti di camminare non di correre calpestando le tue pietre sconnesse Lo sai che è strano ? sconnessi lo siamo anche noi chi viaggia troppo in alto chi tra i tuoi vicoli si nasconde. Tu non sei altro che la nostra scatola coerente come i pacchi dono che sempre raccontano quello che c'è dentro mi piace raccontarti come eri un tempo quando i marciapiedi non erano uno per andare e uno per tornare per strada ci guardavamo negli occhi per capire se eravamo felici. Che c'è successo ? Dolcissima Tu lo sai perché mal ci sopporti le tue ferite continuano a raccontare chi siamo sei il nostro specchio la nostra cartina tornasole tra le tue mura siamo nati. Anche se ora non ci si nasce più non amarTi , madre sarebbe come non amare noi stessi ...

26/05/2019 ( Elezioni comunali )


Non ci sono ancora tag.

© 2014 by Michele Codoni (Mike)

  • b-facebook
  • Instagram Black Round
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now